Materie Prime

Negli ultimi trent’anni il concetto di riciclaggio di qualsiasi residuo che contenga alluminio ha portato un grande contributo alla nostra industria ed all’ambiente fornendo grandi quantità di materiali che se non utilizzati dalla nostra industria avrebbero provocato un serio degrado ambientale e un ulteriore peggioramento della bolletta energetica, perché rottame significa energia.

In questo modo si è innestato un processo virtuoso di riduzione dell’inquinamento ambientale e di sviluppo di tecnologie avanzate per separare i vari materiali. Perché questo intento non si risolva in nulla o, ancor peggio, i suoi vantaggi siano inferiori agli svantaggi, è indispensabile che l’intera attività di controllo venga sviluppata all’insegna delle massime garanzie e della massima serietà, in modo da impedire l’utilizzo di materiali inquinanti e radioattivi.

Per questo Raffineria Metalli Capra ha optato per un sistema di certificazione da parte di società terze, quali IGQ.

La RMC ha effettuato il V.I.A. (valutazione di impatto ambientale) e nel 2006 ha ottenuto l’ A.I.A. (autorizzazione integrata ambientale).

Ma soprattutto ha dedicato la sua esperienza allo sviluppa di protocolli interni che consentano di verificare, correggere ed ottimizzare i processi a seconda delle materie prima in entrata ed eliminare così ogni tipo di rischio raggiungendo il molteplice obiettivo di ridurre gli sprechi, ridurre l’inquinamento ambientale e perfezionare sistemi di riciclaggio.