Produzione

La Raffineria Metalli Capra S.p.A. opera nel settore dell'alluminio secondario producendo pani di alluminio in lega per processi di pressofusione, presso colata e leghe semiprimarie per fusioni in conchiglia.

L’alluminio secondario si ottiene grazie al riciclaggio dei rottami nuovi e vecchi, torniture e sfridi. Perché il prodotto finito raggiunga una qualità ottimale in termini di ripetitività e standardizzazione la RMC ha adottato negli anni i più sofisticati sistemi di classificazione e di analisi, in accordo con gli standard internazionali. A garanzia inoltre della sicurezza del prodotto tutti i materiali sono sottoposti a rigorosi controlli in ingresso, durante la produzione e prima della spedizione per evitare la presenza di tracce di radioattività.

Per garantire una sempre più innovativa qualità produttiva RMC lavora in collaborazione con un centro di ricerche universitario per lo studio metallografico, delle caratteristiche meccaniche e metallurgiche dell’alluminio secondario.

RMC contribuisce al progetto NADIA fornendo la lega di alluminio secondario e  collaborando con l’Università di Padova per studiare l’influenza dei microelementi nelle leghe secondarie. NADIA (nuovi componenti automotive progettati e realizzati attraverso un’intelligente impiego delle leghe leggere) è un progetto finanziato dall’Unione Europea per aumentare la competitività delle SME (piccole e medie imprese) europee che vi partecipano insieme a diverse Università e centri ricerche privati di diversi paesi dell’Unione. L’impiego intelligente prevede l’utilizzo di strumenti ingegneristici che tengono conto, durante la progettazione e realizzazione del componente: degli effetti della microstruttura  sulle caratteristiche meccaniche e tecnologiche del pezzo finito; del come è stato realizzato; del materiale; consentendo di ottimizzarlo non solo dal punto di vista funzionale ma anche di costo e di costo ambientale.