Ambiente

Riciclare è l’oggetto di tutta l’attività RMC: realizzare alluminio secondario significa recuperare l’alluminio dagli scarti di lavorazione, da rottami vecchi e nuovi, trucioli e torniture.

Per sua natura quindi l’attività della Raffineria Metalli Capra è orientata ad un utilizzo consapevole delle risorse metalliche ed alla sostenibilità dell’intero sistema produttivo: valorizza ciò che andrebbe perduto rendendolo nuovamente utilizzabile con un risparmio di risorse enorme rispetto alla produzione dell’alluminio primario.

L’attenzione all’ambiente in RMC ha una posizione prioritaria. La RMC ha investito ed investe notevoli risorse a difesa dell’ambiente sia all’interno che all’esterno della fabbrica. Con il supporto dei nostri laboratori e con la collaborazione di laboratori indipendenti tutto è controllato a partire dall’abbattimento dei fumi, al controllo delle emissioni in atmosfera, al riciclo e depurazione delle acque di raffreddamento, al controllo delle acque di raccolta ed infine al completo ricupero dei rifiuti industriali generati dalla nostra azienda.
In una sola frase possiamo sintetizzare che IL RICICLO E’ COMPLETO. 

L’attività di recupero di una raffineria come la RMC consente inoltre di monitorare scarti di lavorazione ed individuare eventuali situazioni inquinanti o di radioattività: quelli che sono i normali controlli delle materie prime in ingresso consentono si alla raffineria di selezionare i materiali migliori, ma forniscono anche un importante servizio di prevenzione e controllo per l’intero sistema industriale, non solo italiano.

La Raffineria Metalli Capra ha effettuato il V.I.A. ( valutazione di impatto ambientale ) e nel 2006 ha ottenuto l’ A.I.A. ( autorizzazione integrata ambientale).